Cotronei (KR) – Ripopolamento lago Ampollino

Continua l’attenzione dell’Amministrazione Ccmunale di Cotronei e della società A2A sui temi ambientali. Dopo la positiva collaborazione fra i due soggetti nella realizzazione della giornata ecologica del 27 giugno, un’altra importante iniziativa viene calendarizzata: il ripopolamento del lago.
Nei giorni scorsi sono stati definiti i dettagli del piano di ripopolamento ittico del lago Ampollino che la società A2A dovrà effettuare in seguito ai lavori di messa in sicurezza, svolti nel bacino idrico nei mesi conclusivi dell’anno scorso. In un documento indirizzato al Comune di Cotronei, il Responsabile degli Impianti Calabria di A2A, scrive: “A seguito dei dovuti monitoraggi per la raccolta dei dati post-operam è stato redatto un piano di ripopolamento ittico. Dall’analisi dei dati è stato possibile definire specie, taglie e quantità necessaria ai fini del ripristino delle popolazioni ittiche”. Il piano di ripopolamento è articolato negli anni compresi tra il 2015 e il 2017, e prevede l’immissione di pesci nel lago in diversi momenti differenti. Nell’anno in corso saranno immessi 3.000 kg di trota fario adulta (cm 20/24), da immettere in tre step mensili di 1.000 kg partendo dal mese di luglio. Per l’anno 2016, 2.000 kg di trota fario adulta (cm 20/24), da immettere in step mensili di 1.000 kg; e poi 100.000 esemplari di avannotti di trota fario da immettere in un unico step. Infine, per l’anno 2017, 1.000 kg di trota fario adulta da immettere in step mensili e 100.000 avannotti di trota fario da immettere in un unico step.
“Già nella seconda decade del mese di luglio – commenta il sindaco di Cotronei Nicola Belcastro – la società che gestisce il bacino idrico e i relativi impianti, dunque, provvederà a ripopolare il lago con specie ittiche autoctone, dando corso agli accordi che aveva preso con il Comune di Cotronei in occasione dei lavori di manutenzione che avevano portato al parziale svuotamento dell’Ampollino ed alla realizzazione delle manutenzioni necessarie per garantire la sicurezza. Oltre a rilevare che le modalità operative dell’intervento di manutenzione sono state quelle meno invasive possibili, senza alcuna operazione di fluitazione, ora si passa alla fase di rilancio e di ripopolamento. Nei prossimi giorni concorderemo le modalità più adatte alla prima azione da compiere nel prossimo mese, rilevando che un ripopolamento di questa entità non si è mai realizzato: tre tonnellate di trote adulte verranno rilasciate nei prossimi mesi e nel triennio si avranno rilasci per ben sei tonnellate di trote adulte e 200.000 avanotti. L’attenzione per il territorio e il seguire scrupolosamente ogni azione che riguarda la nostra realtà producono anche risultati significativi, come questi”.
Tratto da: strill.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.